mercoledì, aprile 19, 2006

La mia pastiera

I lavori sono quasi finiti, abbiamo passato i gg di ferie pulendo come dei dannati e non abbiamo ancora finito, però tra una cosa e un'altra sono riuscita a fare la pastiera.In realtà dovevano essere due, ma la prima l'ho dovuta cacciare via perchè lo stampo non ha retto (era uno stampo a cerniera l'unico alto che avevo) è colato tutto il burro che è finito sul fondo del forno con le conseguenze che potete immaginare....ho impuzzonito tutta la casa e buttato una pastiera che aveva assunto il sapore del burro bruciato. Il giorno dopo sono andata a comperare un nuovo stampo e mi sono messa nuovamente sotto
X 1 pastiera diam 24/26 cm
x la frolla
300 gr farina
70 burro
70 strutto buono
3 tuorli
150 zucchero
la buccia grattugiata di un limone
x la farcia
250 gr bagnato
250 gr ricotta romana(pecora) asciutta
110 gr zucchero
20 gr cedro candito
20 gr scorza arancia candita
20 gr cocozzata
1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio
1 pizzico di cannella
100 ml latte
1 cucchiaino di zucchero
1 noce di burro
3 uova
buccia di limone intera
-Fare la frolla e farla ripsare in frigo.
In un pentolino mettere il grano il latte , 1 cucchiaino di zucchero, una noce di burro, un pizzico di cannella e la buccia di limone (che dopo verrà tolta). Far cuocere fino a che non diventa una cerama piuttosto densa ci vorrano cica 20 /30 minuti.Fa raffreddare e togliere la buccia di limone. In un aterrina lavorare bene la ricotta con lo zucchero in mdo che diventi bella liscia aggiunegre i canditi tagliati fini fini ,l'acqua di fiori di arancio i tuorli e gli albumi montati a neve. Imbirarre e infarinare uno stampo, meglio senza cerniera ,ma con i bordi piuttosto altri (la pastiera dovrebbe esere alta circa 4/5 cm) foderare lo stampo, versare il composto e fare la griglia (ricordate di tenere i bordi piuttosto alti,li rifilerete alla fine prima di infornare).Infornare a 160 °C per ca 1:40.La cottura è molto lunga perchè la pastiera si deve asicugare. Io ho usato la funzione del forno col calore solo sotto.

17 commenti:

Tulip ha detto...

Bene,
finalmente questi lavori sono quasi giunti al termine!!

Certo il disastro della pastiera non ci voleva, chissà che faticaccia a pulire, eh??!!

beh...questa mi sembra venuta proprio bene....
baci!!

Lucia ha detto...

io alla fine non l'ho mangiata ,l'ho regalata ad amici che mi sono parsi soddisfatti :o))
Adesso i lavori bisogn apgarli sigh..

Francesca ha detto...

che buona Lucia!! certo che me ne potevi far assaggiare un pezzetto ;PP
La tradizione nella mia famiglia è proprio la pastiera a Pasqua!
ciao e buon fine lavori:)

Staximo ha detto...

Bella! io quest'anno non sono riuscita a farla :o(

una domanda: ma la zucca candita dove la trovi qui al nord?

Lucia ha detto...

alla drogheria della pioggia c'è verde rossa e bianca :o)

Staximo ha detto...

Mitico negozio!!!
lo terrò presente per il futuro!
Grazie!

cannella ha detto...

Due gran belle notizie!
a) hai finito i lavori e non hai divorziato
b)hai fatto 'sto gran bel tòcco di pastiera
...però...l'hai data via!!!! Ma come si fa!!????Baci!

Graziella ha detto...

Bel lavoro Lucia, ma cos'è la "cocozzata"?

Anonimo ha detto...

E' la zucca candita! :o)
Staximo

miss piperita ha detto...

Però, con la zucca candita... ;-)

Orchidea ha detto...

Ciao.
La pastiera mi piace tantissimo... proverò la tua ricetta.

Una nuova entrata nel mondo dei blog.
Ciao.

Anonimo ha detto...

Io non cucino, ma ho mangiato tutta la pastira che vedete nella foto e posso dire che era buonissima!!!!! Lù quando me ne farai un'altra!!!! un bacio la tua Baldiela........

Anonimo ha detto...

Hi! Just want to say what a nice site. Bye, see you soon.
»

Anonimo ha detto...

Your site is on top of my favourites - Great work I like it.
»

Anonimo ha detto...

Your website has a useful information for beginners like me.
»

Anonimo ha detto...

I really enjoyed looking at your site, I found it very helpful indeed, keep up the good work.
»

Anonimo ha detto...

Very best site. Keep working. Will return in the near future.
»